Notizie

29 Luglio 2020

Longo: Prosegue via Crucis per Lido a causa di Sorical

Dichiarazione dell’assessore ai Lavori pubblici Franco Longo:

“Anche se la Sorical ha annunciato provvedimenti risolutivi, la realtà dei fatti è che da giorni si protrae il calvario nell’erogazione dell’acqua potabile a Lido e nelle zone limitrofe. La via crucis ha le sue stazioni in quasi tutto il quartiere marinaro, a Corvo, Aranceto, Fortuna, Pistoia e viale Isonzo: da tutte queste aree del capoluogo ricevo, direttamente o tramite i funzionari del settore Gestione del territorio, segnalazioni su segnalazioni relative a gravi disservizi idrici. Grazie a Sorical siamo diventati lo sfogatoio dei cittadini residenti e di tutti gli operatori turistici, della ristorazione e dell’intrattenimento di Lido. Mi trovo costretto a ripetere, ancora una volta, che il Comune non è stato messo a conoscenza di quali provvedimenti la Sorical abbia attuato, dopo una ventina di giorni di problemi continui. I numeri snocciolati alla fine della settimana scorsa non bastano: la cruda verità è che nei rubinetti di quei quartieri non c’è acqua. Su mia richiesta, il dirigente del settore, Guido Bisceglia, ha scritto alla Regione e alla società che si occupa del progetto di ingegnerizzazione delle reti idriche nel capoluogo, per ricevere un’anticipazione dei dati sull’erogazione di acqua potabile in tutte le zone della città oggetto di intervento nelle quali sono state riscontrate le maggiori criticità. Grazie alla sensibilità della Regione e attraverso la collaborazione delle ditte che stanno eseguendo il progetto di ingegnerizzazione delle reti, l’amministrazione sta per montare e attivare un sistema di misurazione della portata dell’acqua in ingresso al serbatoio del Corvo. La stessa operazione riguarderà poi il serbatoio di Barone. Questi strumenti serviranno a garantire un maggiore e più efficace controllo sulle due infrastrutture, ma da Sorical sarebbe il caso di conoscere, una volta per tutte, quando potrà risolvere i problemi di sua diretta gestione”.

Comune di Catanzaro

torna all'inizio del contenuto